mondo81.it

CONTATTACI: +39.031-6872783

Formazione addetti al primo soccorso

Il Decreto 81/2008 prevede che in azienda sia obbligatorio nominare uno o più Addetti al Primo Soccorso Aziendale che si occupino di:

  • conoscere i rischi derivanti dall’attività svolta
  • acquisire competenze base circa le patologie peculiari dell’ambiente di lavoro
  • allertare il sistema di soccorso
  • attuare interventi di primo soccorso.

L’addetto a primo soccorso (APS) può coincidere con il datore di lavoro nel caso di unità produttive fino a 5 lavoratori, ma può anche essere individuato tra le seguenti figure: RSPP, RLS, Dirigenti e Preposti.

 

LA DURATA DEL CORSO VARIA A SECONDA DEL LIVELLO DI RISCHIO

RISCHIO BASSORISCHIO MEDIO – Formazione base di 12 ORE

Questi due livelli di rischio sono attribuiti ad aziende o unità produttive con tre o più lavoratori che NON rientrano nel gruppo A.

 
 RISCHIO ALTO GRUPPO A  – Formazione base di 16 ORE

Questo  livello di rischio è attribuito ad aziende come:

  • centrali termoelettriche, impianti e laboratori nucleari, aziende estrattive ed altre attività minerarie, lavori in sotterraneo,
  • aziende per la fabbricazione di esplosivi, polveri e munizioni
  • aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori appartenenti o riconducibili ai gruppi tariffari INAIL con indice infortunistico di inabilità permanente superiore a quattro, quali desumibili dalle statistiche nazionali INAIL relative al triennio precedente ed aggiornate al 31 dicembre di ciascun anno.
  • aziende o unità produttive con oltre cinque lavoratori a tempo indeterminato del comparto agricoltura.

 

Scadenze e aggiornamenti RISCHIO BASSO e RISCHIO MEDIO – 4 ORE ogni tre anni

Scadenze e aggiornamenti RISCHIO BASSO e RISCHIO MEDIO – 6 ORE ogni tre anni

 

Il corso base per addetti al primo soccorso deve essere tenuto da un MEDICO abilitato.

Durante la formazione vengono apprese le metodologie per: allertare il sistema di soccorso comunicando correttamente cause e circostanze dell’infortunio, riconoscere un’emergenza sanitaria accertandosi delle condizioni dell’infortunato e intervenendo in modo da proteggerlo, eseguire interventi di primo soccorso sostenendo le funzioni vitali, conoscere i rischi e le patologie tipiche dell’attività svolta, saper intervenire in modo pratico sugli infortunati mediante rianimazione cardiopolmonare e tamponamento emorragico.

A seconda del livello di rischio, l’APS dovrà acquisire competenze più o meno specifiche e dettagliate.

RICHIEDICI UN PREVENTIVO